La Commissione riferisce sui progressi compiuti nella riduzione dei rischi nell’Unione bancaria

La Commissione riferisce per la terza volta sui progressi compiuti in materia di riduzione dei rischi. Il tasso dei crediti deteriorati nel settore bancario europeo ha continuato a diminuire nel primo semestre del 2018, attestandosi al 3,4 % in media, e sta ritornando ai livelli pre-crisi. Ciò conferma la tendenza generale al miglioramento registrata negli ultimi anni in tutta l'Unione, che è stata possibile grazie all'intervento deciso degli Stati membri e degli operatori del mercato, in particolare nei paesi con livelli di crediti deteriorati relativamente elevati. Pur trattandosi di un segnale incoraggiante, l'alto tasso di crediti deteriorati continua a rappresentare un problema in alcuni Stati membri. La relazione informerà le discussioni in seno al Vertice euro di dicembre (nel formato inclusivo) sul rafforzamento del meccanismo europeo di stabilità e sul completamento dell'Unione bancaria, in particolare in merito all'istituzione di un sostegno comune ... >

IVA: presentati nuovi dettagli sulle regole per il commercio elettronico, incluso un nuovo ruolo per i mercati online nella lotta contro la frode fiscale

La Commissione europea ha annunciato nuove misure dettagliate che apriranno la strada a una transizione graduale verso le nuove norme sull'IVA (imposta sul valore aggiunto) per il commercio elettronico che entreranno in vigore nel gennaio 2021. Le norme odierne definiscono le misure necessarie per garantire che il mercato online possa contribuire alla lotta contro la frode fiscale e alleviare gli oneri amministrativi per le imprese che vendono beni online. Le nuove misure fanno parte del programma più ampio dell'UE per contrastare la frode dell'IVA e migliorare la riscossione dell'IVA sulle vendite via Internet. Esse sosterranno gli Stati membri a recuperare entro il 2020 i 5 miliardi di Euro di mancate entrate fiscali annue nel  settore. Un nuovo sistema IVA per i commercianti online Le norme di esecuzione proposte garantiranno che un nuovo sistema dell'IVA sia pronto per le imprese di ... >

Parlamento europeo approva normativa sulla protezione dei whistleblowers

Il 20 novembre la Commissione Affari giuridici del parlamento europeo ha approvato una bozza di direttiva che garantirà la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’UE (c.d. whistleblowers) in una serie di settori specifici, fra cui l’evasione fiscale, la corruzione, la protezione ambientale, la sicurezza e salute pubblica. La legislazione garantirà ai whistleblower protezione contro le intimidazioni e le ritorsioni, quali ad esempio il licenziamento o il demansionamento. Le misure saranno applicabili anche agli intermediari che aiutano il whistleblower, come ad esempio i giornalisti, ma non alle persone giuridiche (come associazioni o sindacati). La direttiva prevede una serie di misure, che gli Stati membri dovranno recepire a livello nazionale, fra cui: Obbligare enti pubblici e aziende private (sopra una certa soglia di dimensione) a dotarsi di sistemi di segnalazione interna ed esterna, che garantiscano l’anonimato quando richiesto; Assicurarsi ... >

Il Parlamento europeo approva nuove regole UE per potenziare le piattaforme di crowdfunding e proteggere gli investitori

La commissione per gli affari economici e monetari (ECON) del Parlamento europeo ha approvato lunedì 5 novembre la sua posizione in merito alle norme comuni sull’avviamento e il funzionamento dei fornitori europei di servizi di crowdfunding per le imprese. Il testo adottato mira a supportare i servizi di crowdfunding per il più agevole funzionamento nel mercato interno e a promuovere finanziamenti aziendali transfrontalieri nell'UE, prevedendo un unico pacchetto normativo in materia di fornitura di servizi di crowdfunding. Il crowdfunding rappresenta la forma alternativa di finanziamento per le start-up e le piccole e medie imprese (PMI) nella fase iniziale di sviluppo d’impresa. I fornitori di servizi di crowdfunding gestiscono piattaforme digitali aperte al pubblico al fine di facilitare l’incontro tra i potenziali investitori e istituti di credito e le imprese alla ricerca di risorse finanziarie. Allargamento dell’applicabilità del regolamento Gli eurodeputati ... >

Pubblicato un nuovo rapporto sugli investimenti a lungo termine

L’intergruppo del Parlamento europeo sugli investimenti a lungo termine, nel corso di una conferenza tenutasi al Parlamento europeo il 7 novembre, ha presentato un nuovo rapporto redatto dalla Long Term Investment Task Force del mercato finanziario di Parigi. Il rapporto delinea la situazione che si è venuta a creare in seguito alla crisi finanziaria e all’implementazione della nuova regolamentazione europea del settore. Da un lato, la domanda di investimenti a lungo termine è molto elevata, soprattutto per le infrastrutture, la ricerca e lo sviluppo, ma anche per la digitalizzazione, la transizione energetica e l’economia circolare. Dall’altro, le statistiche mostrano una cronica scarsezza di investimenti. Dai dati pubblicati dalla BEI si evince che gli investimenti in infrastrutture continuano ad essere inferiori del 20% rispetto ai livelli pre-crisi. Nel settore della ricerca privata, l’Europa è ancora in grave ritardo rispetto a Paesi ... >

Avviati due nuovi progetti europei con la partecipazione di CBE

CBE è lieta di annunciare la sua partecipazione in due nuovi Progetti Europei, finanziati dal Programma Erasmus + KA2- Partnership strategica nel campo della formazione e scambio di buone pratiche. I progetti STORYLINES e BLUESPROUT hanno preso avvio nel mese di ottobre, con i primi incontri dei consorzi svoltisi rispettivamente a Bruxelles e a Malta . Il progetto STORYLINES “Storytelling for competitiveness in European enterprises" mira a pruomuovere la nascita di una nuova figura  professionale, il Corporate Storyteller, capace di rispondere alle nuove sfide nell’ambito del marketing e del branding aziendale. L’obbiettivo é  migliorare la competitività delle imprese dell’UE favorendo l’aquisizione di competenze strategiche nell’ambito del marketing e del branding aziendale, stimolando l’occupabilità di persone poco qualificate e/o disoccupate. Il Consorzio é composto da 6 partner provenienti da 5 paesi diversi, accuratamente selezionati tra esperti in Corporate Storytelling (Fatti di Storie e Economia ... >

Single digital gateway: una proposta per semplificare la vita a cittadini ed imprese

L’accordo provvisorio stipulato con il Consiglio il 24 maggio per realizzare un portale digitale unico , per facilitare il reperimento di informazioni, formulari e assistenza per persone che si trasferiscono o fanno affari in altri paesi EU, ma anche per quelli che rimangono nel proprio Paese, è stato approvato dalla Commissione Mercato Interno con 33 voti favorevoli, 3 contrari e un’astensione. Il portale digitale unico (Single Digital Gateway) aiuterà tutti i cittadini e le imprese UE ad accedere ad informazioni e procedure online, come ad esempio richiedere certificati di nascita, la tessera sanitaria europea, immatricolare una macchina. Tutte le informazioni saranno disponibili nel portale “Your Europe”, disponibile in tutte le lingue dell'UE. Garantirà un accesso e dei collegamenti a siti e pagine web nazionali e dell’UE per permettere agli utenti di esercitare i loro diritti, rispettare i loro obblighi nel mercato unico ... >

Translate »
';