Erasmus Plus

Scopo

Il programma per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport denominato “Erasmus Plus” mira a sostenere e migliorare le competenze e le prospettive professionali delle persone, nonché a modernizzare i sistemi educativi e l’animazione socio-educativa in Europa. Il programma offre la possibilità ad oltre quattro milioni di giovani europei e non, di studiare, formarsi, acquisire esperienza professionale e fare volontariato all’estero. Erasmus Plus mira a migliorare i sistemi europei d’istruzione e formazione tramite il miglioramento e potenziamento dei metodi di insegnamento e apprendimento. Il programma sostiene, inoltre, nuovi sotto programmi utili allo sviluppo professionale del personale docente e degli animatori giovanili al fine di incrementare la cooperazione tra il mondo dell’istruzione e il mondo del lavoro. Uno degli obiettivi di Erasmus Plus è quello di favorire la collaborazione e lo sviluppo di sinergie tra formazione e mondo del lavoro per far fronte all’attuale fabbisogno di competenze in Europa. Il programma sostiene dunque collaborazioni transnazionali tra le organizzazioni europee attive nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. Erasmus Plus sostiene, inoltre, gli sforzi degli Stati membri nel massimizzare il potenziale umano e il capitale sociale supportando l’educazione formale e informale attraverso programmi educativi, di tirocinio, di scambio e di volontariato. Le numerose forme di collaborazione previste da Erasmus Plus sono accessibili grazie a regole di finanziamento semplificate e chiare, pensate per facilitare l’accesso ai fondi del programma.

Dotazione finanziaria

Il programma Erasums Plus per il periodo 2014-2020 ha una dotazione finanziaria di 14,8 miliardi di euro così ripartiti:
11,4 miliardi di euro (77,5%) all’istruzione e alla formazione. 1,4 miliardi di euro (10%) alla settore della gioventù; 510 milioni di euro (3,5%) allo strumento di garanzia per i prestiti destinati agli studenti; 280 milioni di euro (1,9%) all’iniziativa Jean Monnet; 260 milioni di euro (1,8%) allo sport; 500 milioni di euro (3,4%) quali sovvenzioni di funzionamento destinate alle agenzie nazionali; 280 milioni di euro (1,9%) alle spese amministrative da coprire.

In quali Paesi

  • I 28 Stati membri dell’Unione europea;
  • Paesi in via di adesione, i Paesi candidati (Turchia, l’ex Repubblica Jugoslava di Macedonia e Serbia) e i candidati potenziali che beneficiano di una strategia di pre-adesione;
  • I Paesi membri dell’Associazione europea di libero scambio (EFTA) che hanno sottoscritto l’Accordo dello Spazio economico europeo (SEE) (Islanda, Liechtenstein, Norvegia);
  • La Confederazione elvetica;
  • I Paesi che rientrano nella politica europea di vicinato laddove sia stato concluso un accordo bilaterale.

I beneficiari dell’agevolazione

In base al tipo di bando cambiano i potenziali beneficiari dell’azione. In generale, può presentare domanda di finanziamento qualsiasi organismo, pubblico o privato, operante nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.

Che cosa finanzia

Erasmus Plus prevede tre diverse azioni chiave e due misure distinte:

Azione chiave 1 – La mobilità individuale ai fini di apprendimento

  • Progetti di mobilità nel settore dell’educazione, training, e gioventù:
  • Progetti di mobilità per gli studenti e staff legati all’alta formazione;
  • Progetti di mobilità per gli studenti e staff legati ai corsi di formazione professionale;
  • Progetti di mobilità per lo staff delle scuole;
  • Progetti di mobilità per lo staff legato ai corsi per adulti;
  • Progetti di mobilità per giovani e giovani lavoratori;
  • Eventi di Servizio di Volontariato Europeo su larga scala;
  • Programmi di doppia laurea Erasmus Mundus (Joint Master Degree);
  • Prestiti agevolati agli studenti che vogliono specializzarsi con un Master.

Azione chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche

  • Alleanze nel settore della conoscenza;
  • Partenariati strategici nel campo dell’educazione, della formazione e dei giovani;
  • Partenariati strategici a supporto dell’innovazione;
  • Partenariati strategici a supporto dello scambio di buone pratiche;
  • Alleanza per le abilità settoriali;
  • Progetti di Capacity building nel campo dell’alta educazione;
  • Progetti di Capacity Building nel campo della gioventù.

Azione chiave 3 – Sostegno alla riforma delle politiche

  • Dialogo strutturato – incontro tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù.

Iniziativa Jean Monnet

  • Moduli Jean Monnet, le cattedre Jean Monnet e centri di eccellenza Jean Monnet: Sono sotto-programmi per la ricerca e l’insegnamento che hanno l’obiettivo di sostenere centri di studio e di ricerca al fine di aumentare gli studi sull’integrazione europea e in generale la ricerca su temi riguardanti l’Unione europea;
  • Reti Jean Monnet e progetti Jean Monnet: sono sottoprogrammi che hanno l’obiettivo di sostenere il dibattito politico con il mondo accademico. Sono supportati attraverso azioni di networking che favoriscono le collaborazioni tra le varie università in Europa e in tutto il mondo. L’obiettivo è dunque quello di promuovere il dibattito e la riflessione riguardo l’Unione europea attraverso l’organizzazione di conferenze e la pubblicazione di studi che sensibilizzino le autorità politiche riguardo i temi e gli obiettivi dell’Unione europea;
  • Sostegno Jean Monnet agli istituti e alle associazioni: supportano le istituzioni e le associazioni al fine di avvicinare le associazioni alle questioni europee.

Sport

  • Partenariati collaborativi;
  • Partenariati collaborativi su piccola scala;
  • Eventi sportivi europei no-profit.

Tipologia del finanziamento

Solitamente i programmi vengono sostenuti tramite forme di cofinanziamento forfettarie a fondo perduto. Il programma prevede anche rimborsi spese per l’incremento delle azioni previste dal programma stesso. Le domande di partecipazione al programma Erasmus Plus possono essere inoltrate attraverso il portale online ufficiale dell’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA), rispondendo a specifici inviti a presentare proposte (bandi).

Bandi e scadenze

Azione chiave 1 – La mobilità individuale ai fini di apprendimento

Progetti di mobilità per gli studenti e staff legati all’alta formazione: 02 Febbraio 2016 e 15 Settembre 2016
Progetti di mobilità per gli studenti e staff legati ai corsi VET: 02 Febbraio 2016 e 04 Ottobre 2016
Progetti di mobilità per lo staff delle scuole:  02 Febbraio 2016 e 04 Ottobre 2016
Progetti di mobilità per lo staff legato ai corsi per adulti: 02 Febbraio 2016 e 04 Ottobre 2016
Progetti di mobilità per giovani e giovani lavoratori: 02 Febbraio 2016, 26 Aprile 2016 e 04 Ottobre 2016
Eventi di Servizio di Volontariato Europeo su larga scala: 01 Aprile 2016
Erasmus Mundus Joint Master:  18 Febbraio 2016

KA2: Cooperation for innnovation and the eschange of good practices

Partenariati strategici nel settore dell’alta formazione: 31 Marzo 2016
Partenariati strategici nel settore  VET: 31 Marzo 2016
Partenariati strategici tra scuole: 31 Marzo 2016
Partenariati strategici nel settore della formazione per adulti: 31 Marzo 2016
Partenariati strategici nel settore giovanile: 2 Febbraio 2016, 26 Aprile 2016 e 04 Ottobre 2016
Alleanza della conoscenza: 26 Febbraio 2016
Alleanza per le abilità settoriali – LOT1: 26 Febbraio 2016
Alleanza per le abilità settoriali LOT2: 26 Febbraio 2016
Progetti di Capacity Building nel settore dell’alta formazione: 10 Febbraio 2016
Progetti di Capacity Building nel settore della gioventù:  02 Febbraio 2016 e 01 Luglio 2016

KA3: Support for policy Reform

Dialogo strutturato – incontro tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù: 02 Febbraio 2016, 26 Aprile 2016 e  04 Ottobre 2016

Sport

Partenariati collaborativi: 21 Gennaio 2016 e 12 Maggio 2016
Partenariati collaborativi su piccola scala: 12 Maggio 2016
Eventi sportivi europei no-profit: 21 Gennaio 2016 e 12 Maggio 2016

Base giuridica

Regulation (EU) No 1288/2013 of the European Parliament and of the Council of 11 December 2013 establishing ‘Erasmus+

 

Translate »
';