Banca Popolare di Sondrio

Fondata nel 1871, la Banca Popolare di Sondrio è una delle prime banche popolari italiane ispirate al movimento popolare cooperativo del credito.

Essa ha assunto, nel tempo, grazie alla graduale estensione dell’attività e della presenza territoriale, una dimensione sovraregionale con possibilità operative estese a tutto il territorio nazionale, pur mantenendo un forte legame con la zona di origine.

La banca presta alla propria clientela (famiglie, professionisti, imprese di piccole e grandi dimensioni, enti pubblici, ecc.) servizi in grado di soddisfare qualsiasi esigenza bancaria, finanziaria e assicurativa. Collateralmente all’attività primaria la banca promuove iniziative a sfondo culturale: fra queste spiccano, per prestigio e risonanza, l’organizzazione di eventi legati al nome di eminenti personaggi e una raffinata attività editoriale.

Il capitale sociale della banca, pari a circa 925 milioni di euro, è distribuito fra oltre 178.000 Soci (al 30 aprile 2013), che in larga parte sono pure clienti. Il patrimonio assomma al 31 dicembre 2012, a 1.686 milioni di euro, escluso l’utile d’esercizio.

La banca, con un personale di oltre 2.576 dipendenti, conta su una rete territoriale di 309 filiali (dati al 30 aprile 2013).

Translate »
';